Test dei Disturbi Alimentari (DCA)

Il test dei disturbi alimentari misura il livello di alcune condizioni psicologiche e fisiche complesse che coinvolgono comportamenti alimentari disfunzionali. Questi disturbi possono avere un impatto significativo sulla salute fisica, sul benessere emotivo e sul funzionamento quotidiano delle persone colpite. I disturbi alimentari più comuni includono l'anoressia nervosa, la bulimia nervosa, e il disturbo da alimentazione incontrollata, anche noto come binge eating disorder. Il Test non ha valore diagnostico*.

Cosa Misura il Test (EAT-26)

Il test sui disturbi dell'alimentazione EAT-26 (Eating Attitudes Test) , è uno strumento autovalutativo utilizzato per rilevare i comportamenti e le attitudini che possono essere indicativi di alcuni disturbi del comportamento alimentare (DCA). Il test comprende una serie di domande riguardanti aspetti come la percezione del peso corporeo, il controllo dell'alimentazione, la preoccupazione per il cibo, la restrizione alimentare e i comportamenti di abbuffata con eliminazione e utilizzo di lassativi. Inoltre, alla fine del test, è stato aggiunto un modulo per il calcolo dell'indice di massa corporea (BMI). Il punteggio ottenuto nel test EAT-26 può aiutare a identificare eventuali problematiche legate all'alimentazione e orientare il paziente verso una valutazione più dettagliata da parte di professionisti della salute mentale o dell'alimentazione. Tuttavia, è importante notare che il test EAT-26 non è aggiornato al DSM-5. Può comunque essere uno strumento utile per individuare eventuali segnali di allarme che richiedono ulteriori valutazioni cliniche.

TEST DCA e Indice di Massa Corporea (BMI)

L'Indice di Massa Corporea (BMI) è un indice utilizzato per valutare la relazione tra il peso e l'altezza di una persona. L'indice viene confrontato co il risultato del test dei DCA  che è ampiamente utilizzato come strumento di screening per valutare se una persona è sottopeso, normopeso, sovrappeso o obeso. Il calcolo del BMI si basa su una formula che confronta il peso di una persona in chilogrammi con il quadrato dell'altezza in metri. Sebbene il BMI fornisca una stima approssimativa dello stato ponderale di una persona, non tiene conto di variabili importanti come la composizione corporea, la distribuzione del grasso corporeo e la massa muscolare. Pertanto, può non essere sempre accurato per individui particolarmente muscolosi o con una distribuzione del grasso atipica. Tuttavia, rimane uno strumento utile per la valutazione generale del rischio per la salute legato al peso corporeo.

La tua privacy è molto importante: i risultati del test sono anonimi, visibili solo a te e si cancellano una volta usciti dalla pagina.

TEST DISTURBI ALIMENTARI

26 + 2 domande (BMI)

TEST PSICOLOGICI DISTURBI PSICHICI

*Dichiarazione di responsabilità: Il risultato del test dei disturbi alimentari gratis online ha solo uno scopo informativo e non può sostituire una valutazione completa da parte di un professionista psicologo o psicoterapeuta; la valutazione dovrebbe essere utilizzata solo come guida indicativa per comprendere il tuo livello di un disturbo

Bibliografia: Fairburn, C.G., & Beglin, S.J. (1994). Assessment of eating disorders: interview or self-report questionnaire? International Journal of Eating Disorders, 16, 363-370; Garner, D.M. (1993). Self-repart measures far eating disorders. Current Content, Socia/ and Behavioral Sciences, 8, 8 Feb. 22 1993, CC Arts and Humanities, 5, 20, Ma r. 1, 1993; Garner, D.M., Olmsted, M. P., Bohr, Y. and Garfinkel, P.E. (1982) The eating attitudes test: Psychometric features and clinica! correlates. Psychological Medicine, 12, 871-878.